Visualizza articoli per tag: sant'artemio

La Provincia di Treviso e il Comune di Treviso organizzano per lunedì 30 maggio, nell'Auditorium del Sant'Artemio dalle 9.30 alle 11.30, l'incontro “Muoversi nell'infosfera: sfide e opportunità”, in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Territoriale. Il convegno, promosso in concerto con la Consulta provinciale degli studenti, si inserisce nel percorso di partecipazione di Provincia e Comune al tavolo tecnico per il Patto di Treviso. Un'opportunità, dunque, rivolta agli amministratori che si occupano di politiche giovanili e sociali, di pari opportunità, a insegnanti, studentesse e studenti delle scuole secondarie di secondo grado e a tutte le cittadine e i cittadini interessati ai temi del rapporto tra mondo reale e virtuale e della prevenzione delle violenze di ogni genere. Nei giorni scorsi, il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon e il sindaco del Comune di Treviso Mario Conte hanno inviato congiuntamente a tutti i Comuni trevigiani la lettera di invito e presentazione dell'iniziativa.

A condurre il convegno il relatore Giovanni Fasoli, counselor, psicologo clinico e dell’educazione, nonché docente di Psicologia dell’adolescenza, Psicologia e Pedagogia della realtà virtuale e Cyber-psicologia, New-media communication, Didattica aumentata e Robotica educativa presso l’Università IUSVE di Venezia. Fasoli è anche coordinatore, a Verona, del Gruppo di ricerca “Last minute”, un osservatorio permanente sul rapporto tra adolescenti e social.

Obiettivo dell'incontro è approfondire le relazioni e le dinamiche che sussistono tra la realtà dei social e la quotidianità, con focus sul binomio vita reale-vita digitale da un punto di vista psicologico ed educativo, i metodi e gli accorgimenti a cui prestare attenzione per prevenire e contrastare le forme di violenza su cui, purtroppo, è possibile incorrere.

Per partecipare all'appuntamento, nelle sede della Provincia, via Cal di Breda, 116, Edificio 3, è necessario iscriversi nella pagina dedicata: corsi.provincia.treviso.it. Per informazioni è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare il numero 0422 656327.

Pubblicato in Altre news (homepage)

Le azioni della Provincia di Treviso mirano, da sempre, alla sostenibilità e alla promozione di un approccio sostenibile: lo dimostrano gli innumerevoli interventi sul territorio della Marca in ambito ambientale, con importanti finanziamenti per cittadini, imprese e Comuni, nell'edilizia scolastica superiore e i progetti per la diffusione di una cultura “green” soprattutto tra i giovani, in classe, attraverso l'iniziativa decennale della Green School Competition.

In continuità con questa linea, dal 16 al 20 maggio, negli spazi del Sant'Artemio, si terrà il calendario di appuntamenti della Settimana della Sostenibilità, evento alla sua prima edizione organizzato da Assindustria Venetocentro, con cui la Provincia intrattiene una storica e sinergica collaborazione. A sostenere l'iniziativa sono le Camere di Commercio di Venezia-Rovigo, Padova, Treviso- Belluno Dolomiti, con la collaborazione di Intesa San Paolo e gli sponsor tecnici Luca Milanese.com e Kora Comunicazione. 

Gli appuntamenti saranno occasione per approfondire il valore condiviso della sostenibilità e coinvolgere non solo le Amministrazioni pubbliche, ma anche imprese, scuole e start up con l'obiettivo di agevolare il dialogo e favorire lo sviluppo di nuove progettualità.

A seguito dell’assemblea di lunedì 4 aprile scorso nella Sala Consiglio del Sant'Artemio, dove l’Upi Veneto si è riunita per discutere in merito al rischio del blocco dei cantieri, invitando anche le associazioni di categoria, è stato oggi firmato un Documento unitario e condiviso da inviare subito al Governo. Il documento ha recepito le proposte delle Categorie giunte durante queste due settimana e contiene proposte di interventi urgenti per evitare il blocco dei cantieri, in particolare quelli finanziati dal PNRR, a seguito dei rincari di energia, materie prime e i ritardi negli approvvigionamenti, determinati dal contesto socio-economico internazionale.

L'incontro UPI ha riunito le Province del Veneto e la Città Metropolitana di Venezia ed è esteso a Regione Veneto, Anci Veneto, Unioncamere Veneto, Uncem Veneto, le Associazioni di categoria e le Organizzazioni Sindacali a livello regionale. Nel corso di queste due settimane sono state raccolte le richieste di integrazione e le osservazioni da parte dei soggetti partecipanti al tavolo ed è stato redatto il documento definitivo.

Le principali proposte d'intervento riguardano la revisione del PNRR, in particolare la copertura economica della quota di rialzo dei costi, l'introduzione di un sistema per individuare, da un lato, materiali con adeguamenti automatici e trimestrali sui costi, dall'altro, prezzi calmierati per tutti i materiali o semilavorati per i quali non c'è un reale aumento dei costi di produzione, ma un incremento frutto di speculazioni; la valutazione di contratti pubblici di servizi e l'individuazione di un sistema di riferimento per la revisione dei prezzi nel settore; l'integrazione del fondo assegnato agli Enti locali dall'art. 27 del D.L. 17/2022.

Oltre a questi punti, il documento definisce anche altri interventi a carattere urgente, tra cui la possibilità di utilizzare le “economie di gara” anche per l'edilizia scolastica, la riduzione dell'IVA e procedure più rapide per quanto riguarda modifiche e varianti dei contratti pubblici.

Assieme a Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, sono intervenuti Graziano Azzalin per la Provincia di Rovigo, Oscar Bernardi di Confartigianato Imprese Veneto, Cinzia Bonan per la Cisl Veneto, l’assessore Francesco Calzavara per la Regione del Veneto, Paola Carron per Ance Treviso, Mario Conte per Anci Veneto, Salvatore D’Aliberti per Casartigiani Veneto, Franco De Bon per la Provincia di Belluno, Sergio fazi per la Provincia di Verona, Gianluca Fraioli per la Uil Veneto, Maria Cristina Franco per la Provincia di Vicenza, Paolo Ghiotti per Ance Veneto, Mattia Panazzolo per CNA Treviso, Silvana Fanelli e Paolo Righetti per Cgil Veneto, Silvia Sardena per Confapi Veneto, Dania Sartorato per Confcommercio Provincia di Treviso, Marco Valter per Confesercenti Treviso, Angela Fioretta per la Provincia di Verona,

 

Pronto un documento unitario condiviso da inviare al Governo dopo aver raccolto le proposte.

Gli effetti dei rincari di energia, materie prime e i ritardi negli approvvigionamenti mettono a rischio investimenti, esecuzione e prosecuzione dei cantieri nell'ambito del PNRR e nel rispetto delle tempistiche fissate dallo stesso: sono questi i nodi portati sul tavolo dell'assemblea di Upi Veneto, organizzata stamattina, lunedì 4 aprile, nella sala Consiglio della Provincia di Treviso.

Hanno preso parte alla discussione le Province del Veneto e la Città Metropolitana di Venezia, la Regione Veneto, Anci Veneto, Assindustria Venetocentro, Confartigianato Veneto e Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, Casartigiani Veneto, Ance Veneto e Ance Treviso, Cna Veneto, Israa, Confapi, Ascom Confcommercio Veneto, Confesercenti Treviso, Cisl Veneto e Cisl Treviso-Belluno, Uil Treviso e Cgil Veneto e Treviso.

Ad dare il via all'assemblea, l'intervento del presidente di Upi Veneto e della Provincia di Treviso Stefano Marcon, a cui sono seguiti quelli dei rappresentati istituzionali delle Province venete: Roberto Padrin, presidente della Provincia di Belluno, Graziano Azzalin, vicepresidente della Provincia di Rovigo, Daniele Canella, vicepresidente della Provincia di Padova, Angela Fioretta, capo di gabinetto della Provincia di Verona, Maria Cristina Franco, vicepresidente della Provincia di Vicenza, Matteo Todesco, dirigente della Città Metropolitana di Venezia. A chiudere il primo giro di interventi è stato l'assessore regionale Federico Caner, mentre a integrare la seconda tranche del dibattito è stato il presidente di Anci Veneto e sindaco del Comune di Treviso Mario Conte. A partecipare all'assemblea anche i parlamentari veneti Sonia Fregolent, Ingrid Bisa e Giuseppe Paolin.

Per le categorie sono intervenuti Mauro Visentin della Cgil Veneto e Treviso, Paola Carron di Assindustria VenetoCentro e Ance Treviso, Cinzia Bonan di Cisl Veneto, Oscar Bernardi, presidente di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana e Dania Sartorato, presidente di Ascom Treviso.

Il contesto socio-economico di oggi, segnato ancora profondamente dalla pandemia e influenzato dalla guerra in Ucraina a livello internazionale, determina una situazione di crisi che potrebbe portare al blocco dell'edilizia pubblica e dei progetti da finanziare con il PNRR, nonché all'aumento medio di oltre il 20% dei costi, e al conseguente rischio dei posti di lavoro. Questo il tema alla base dell’assemblea che le istituzioni vorranno poi sottoporre al Governo per risolvere questi punti critici, tra la revisione del PNRR, la possibilità di sottoscrivere alternative valide per far fronte ai rincari e l'appalto dei servizi. Sul tavolo, anche l'elenco degli interventi urgenti da attuare per consentire a Comuni, Province e Città Metropolitane di rispondere nell'immediato alle criticità nei cantieri in corso e nell'espletamento delle gare, per evitare la sospensione dei lavori, la ripercussione sui bilanci degli Enti e il futuro delle comunità.

All’assemblea è stato dunque presentato un documento redatto dall’Upi Veneto e posto ora alla condivisione di tutte le parti in causa, un insieme di proposte da inviare al Governo per poter far fronte all’emergenza.

 È possibile riguardare la diretta streaming dell'assemblea al seguente link:

https://youtu.be/tamx_oUiGgk

 

Pubblicato in Altre news (homepage)

Iniziata il 7 novembre al Sant’Artemio la prima di tre giornate dedicate alle vaccinazioni antinfluenzali destinate alla fascia d’età 60-64 anni dell’Ulss2 Marca Trevigiana.

Sono 60.000 in tutto le persone interessate, appositamente convocate, che il 7, il 14 e 21 novembre, riceveranno la vaccinazione in otto sedi, messe a disposizione da Amministrazioni Comunali e, appunto, dalla Provincia di Treviso.

 “Siamo in piena emergenza e appena l’Ulss2 ha chiamato, abbiamo risposto - spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso –  e messo volentieri a disposizione la sede provinciale del Sant’Artemio per il bene della comunità. Abbiamo ampi spazi da poter gestire in piena sicurezza. Questa collaborazione tra il dr. Benazzi, il personale dell’Ulss e della Provincia, la Protezione Civile e la Croce Rossa sta funzionando come un orologio svizzero. Quando la sinergia tra istituzioni e comunità dá prova di unità, compattezza e solidarietà, si riescono ad affrontare anche i periodi più difficili”.

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Il Presidente della Provincia di Treviso

Contatti

Vai alla pagina del Dirigente
dell'Ufficio Progetti e Relazioni U.E.

L'ufficio è sito in:
Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO
[Edificio 1]

Tel +39 0422 656909
Fax +39 0422 656666
E-mail europa@provincia.treviso.it

Orari

Orari per telefonare
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00

Orari di ricevimento
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00