Visualizza articoli per tag: Ambiente

Le azioni della Provincia di Treviso mirano, da sempre, alla sostenibilità e alla promozione di un approccio sostenibile: lo dimostrano gli innumerevoli interventi sul territorio della Marca in ambito ambientale, con importanti finanziamenti per cittadini, imprese e Comuni, nell'edilizia scolastica superiore e i progetti per la diffusione di una cultura “green” soprattutto tra i giovani, in classe, attraverso l'iniziativa decennale della Green School Competition.

In continuità con questa linea, dal 16 al 20 maggio, negli spazi del Sant'Artemio, si terrà il calendario di appuntamenti della Settimana della Sostenibilità, evento alla sua prima edizione organizzato da Assindustria Venetocentro, con cui la Provincia intrattiene una storica e sinergica collaborazione. A sostenere l'iniziativa sono le Camere di Commercio di Venezia-Rovigo, Padova, Treviso- Belluno Dolomiti, con la collaborazione di Intesa San Paolo e gli sponsor tecnici Luca Milanese.com e Kora Comunicazione. 

Gli appuntamenti saranno occasione per approfondire il valore condiviso della sostenibilità e coinvolgere non solo le Amministrazioni pubbliche, ma anche imprese, scuole e start up con l'obiettivo di agevolare il dialogo e favorire lo sviluppo di nuove progettualità.

Per agevolare i Comuni nel completamento di tutti gli interventi programmati, la Provincia di Treviso ha prorogato di un anno la scadenza per la presentazione delle domande di liquidazione da parte dei Comuni nell'ambito dei PAESC, fissandola al 30 giugno 2023. Il bando è finalizzato alla concessione di contributi alle Amministrazioni comunali della Marca per la redazione o l'aggiornamento dei Piani d'Azione per l'Energia e il Clima.

I Comuni potevano ricevere dalla Provincia contributi fino al 70% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 5.000 euro per Amministrazione. L’obiettivo della Provincia di Treviso è quella di essere ancora una volta al supporto dei Comuni e allo stesso tempo contribuire al miglioramento dell’ambiente e al rispetto delle direttive europee nel Quadro per il Clima e l’Energia 2030, che prevedono la riduzione del 40% dei gas serra, almeno 32% di fonti rinnovabili e almeno 32,5% di efficienza energetica.

Il bando prevedeva, inoltre, la possibilità per i Comuni di realizzare il PAESC implementando il Piano già redatto (PAES) oppure di aderire ex novo, sia come singolo Comune che in forma associata con altri Comuni.

Oltre 3 milioni di euro investiti in bandi e progetti. Prosegue l’efficientamento energetico delle scuole: 13 milioni di euro

Oggi al Sant’Artemio la presentazione dei risultati ottenuti in ambito ambientale della Provincia di Treviso. Presenti il presidente della Provincia, Stefano Marcon, la consigliera provinciale, Marianella Tormena, il direttore del Dipartimento Provinciale ARPAV, Davide De Dominicis, e il direttore del Dipartimento Regionale Qualità dell’Ambiente ARPAV, Rodolfo Bassan. Grazie a oltre 2.400.000,00 di euro investiti nel bando per la sostituzione o la conversione di impianti di riscaldamento a gasolio, la Provincia ha ottenuto un risparmio di oltre 4.783 tonnellate all’anno di CO2 contribuendo in maniera evidente alla riduzione dell’inquinamento atmosferico. Questo e molti altri sono i dati presentati all’incontro. 

Sono ben 885 i cittadini privati e 48 le imprese cui sono stati destinati i fondi dei bandi di efficientamento degli impianti di riscaldamento che hanno permesso di ridurre di 2.406 kg/anno di polveri sottili PM₁₀, 17.807 kg/anno di ossidi di azoto (Nox), precursori del PM₁₀, 836 kg/anno di composti organici volatili (COV), 23.850 kg/anno di ossidi di zolfo (Sox), 4.783 t/anno di CO₂ (l'equivalente all’emissione di 40.000 viaggi andata e ritorno con un’auto a benzina nella tratta Venezia – Roma, secondo i dati ISPRA, oppure alla quantità di CO₂ utilizzata per il processo di fotosintesi di 150.000 alberi in area urbana).

La Provincia ha poi ricordato i diversi bandi emanati in favore dei Comuni in materia ambientale: quello per i contributi per la realizzazione di punti di ricarica pubblici per veicoli elettrici (47.300,00 euro), quello per la redazione dei PAESC (43.059,20 euro), quello per la redazione dei Piani Acustici (281.301,69 euro), quello per la redazione dei Piani delle Acque (399.084,03 euro). Infine, ha ricordato che il bando per la redazione dei Piani Antenne prorogato a giugno 2022.

Non da meno l’impegno nel proprio patrimonio, a cominciare dalle Scuole Secondarie Superiori: grazie al Global Service Manutentivo di quarta generazione e alla promozione della Green School Competition, sono ben 5.898 i quintali di CO2 risparmiati nelle scuole superiori, oltre al 48.68% dell’energia per la climatizzazione invernale, il 10% nelle manutenzioni e il 23.56% in totale, tra energia per climatizzazione invernale (gas), manutenzioni ed energia elettrica.

Sempre la Provincia di Treviso ha inserito nel Piano Triennale 2021-2023 ben 21 interventi di efficientamento energetico negli Istituti Superiori per uno stanziamento complessivo di 13.219.100,95 euro. 

Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) Allevamenti - riesame a seguito delle disposizioni comunitarie approvate con Decisione di esecuzione (UE) 2017/302 "BAT Conclusions".

Si fa riferimento alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea del 21 febbraio 2017 della Decisione di Esecuzione (UE) 2017/302 che ha approvato le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT Conclusions), concernenti l'allevamento intensivo di pollame e di suini.
Ai sensi dell'art.29-octies, comma 3 del D.Lgs.n.152/2006 le Autorizzazioni Integrate Ambientali rilasciare alle installazioni con attività intensive di allevamenti di pollame e suini dovranno essere riesaminate secondo un calendario predisposto e pubblicato nel sito web della Provincia di Treviso e di cui si allega copia.
I contenuti dell'istanza di revisione saranno presentati agli allevatori nel corso dell'incontro informativo fissato per il giorno 11 settembre 2018, alle ore 10.00, presso la sede della scrivente Amministrazione.

Etichettato sotto

Scarica il decreto dirigenziale 289/2015 di revisone dei limiti allo scarico di acque reflue in bacino scolante della Laguna di Venezia di competenza della Provincia di Treviso.

La Provincia di Treviso, ente competente in materia di autorizzazioni ambientali tra le quali l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera, ha decretato che per tutto il 2021 non applicherà la tariffa di istruttoria solitamente prevista al momento di presentare richiesta. Questo non influisce assolutamente sul compito di monitoraggio e autorizzazione, ma vuole essere un piccolo sgravio fiscale a supporto delle aziende trevigiane già provate dal covid-19.

"Abbiamo investito tanto nella scuola, stiamo investendo tanto nella viabilità e per quanto è nelle nostre competenze, cerchiamo di supportare direttamente anche le imprese– spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso – ecco perché abbiamo deciso di sospendere fino al 31 dicembre 2021 i costi di istruttoria per le richieste di autorizzazione alle emissione in atmosfera, senza che questo vada a intaccare l’attività di controllo e rilascio dell’autorizzazione stessa. Un piccolo aiuto alle aziende provate dalla pandemia".

Pubblicato in Altre news (homepage)
Etichettato sotto

La Provincia di Treviso lancia un bando destinato ai Comuni del territorio trevigiano per la concessione di contributi finalizzati alla realizzazione di punti di ricarica pubblici per veicoli elettrici e ibridi. L’Ente Provinciale mette a disposizione uno stanziamento di 280.000 euro. Il contributo della Provincia potrà coprire fino al 70% della spesa sostenuta dai Comuni per un massimo di 10.000 euro per ogni singola Amministrazione che farà richiesta. L’obiettivo della Provincia di Treviso è quella di essere ancora una volta al supporto dei Comuni e allo stesso tempo contribuire al miglioramento della qualità dell’aria con l’utilizzo di veicoli elettrici, nell’ottica del progetto “Provincia+te” dove Provincia, Comuni e cittadini insieme possono ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’ambiente.

Il bando è disponibile sul sito della Provincia di Treviso e scade il 31 ottobre 2021.

"Ancora una volta la Provincia di Treviso a supporto dei Comuni trevigiani – spiega Stefano Marcon, Presidente della Provincia di Treviso – Dopo il bando per ottenere contributi in ambito di opere di viabilità, eccone uno dedicato invece alla realizzazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche. La Provincia destinerà un contributo fino a 10.000 euro per ogni Comune che vorrà implementare il numero o dotarsi di postazioni di ricarica. Le auto elettriche sono sempre più diffuse e per incentivare i cittadini a investire, dobbiamo dotarli di una rete di ricarica capillare. Ecco perché abbiamo scelto di investire anche su questo filone ambientale, per guardare a un futuro migliore per tutta la comunità trevigiana. Ricordo che, sempre nell’ambito dei progetto “Provincia+te” è ancora attivo il bando che concede contributi per la sostituzione delle caldaie civili, un altro tassello di rispetto per l’ambiente".

VAI AL BANDO

Previsto un pacchetto di misure straordinarie

Si è svolto questa mattina, in videoconferenza, il Tavolo Tecnico Zonale per l’ambiente al quale la Provincia di Treviso ha convocato tutti e 94 i Comuni della Marca Trevigiana. L’ordine del giorno verteva sulla presentazione della Deliberazione Regionale in merito al pacchetto di misure straordinarie per la qualità dell’aria, scaturita dalla sentenza del novembre 2020 della Corte di Giustizia Europea. A condurre l’incontro, il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, e la consigliera provinciale delegata all’Ambiente, Marianella Tormena.

Le linee di intervento richieste dalla Regione interessano tre filoni: agricoltura, trasporti, riscaldamento.

In allegato, le slide.

A tal proposito, la Provincia di Treviso ricorda che è aperto fino al 30 giugno 2021 il bando per contributi a fondo perduto per la sostituzione o conversione di impianti termici funzionanti a combustibile liquido (gasolio/olio combustibile) con caldaie a gas/gpl ad elevata efficienza energetica e a ridotte emissioni in atmosfera o sistemi ibridi (caldaia e pompa di calore).

Pubblicato in Altre news (homepage)

Accordo pronto con gli Enti di Bacini Priula e TV1

Tutela della salute pubblica e supporto ai Comuni: la Provincia di Treviso come sempre in prima fila. Questa volta, lo fa in ambito di telefonia, vista la necessità dei Comuni trevigiani di redigere dei piani per l’installazione delle nuove tecnologie con un’attenzione sovracomunale, che tenga conto delle caratteristiche del territorio, della salute pubblica e della distanza dai centri abitati o siti sensibili come scuole e asili. Così la Provincia di Treviso sottoscriverà un protocollo con Consiglio di Bacino Priula, Consorzio di Servizi Igiene del Territorio – Bacino TV1, Contarina Spa e Savno Srl per “La gestione dei piani di telefonia mobile e il monitoraggio delle reti L’obiettivo è quello di coordinarsi e cooperare nell’ambito di un processo di pianificazione uniforme, organica e strategica di sviluppo del territorio della Provincia di Treviso, coniugando l’esigenza di connettività, oggi sempre più avvertita, con la tutela della salute umana e la salvaguardia dell’ambiente. La Provincia di Treviso investirà inoltre in questo processo di monitoraggio ben 430.000 euro da destinare proprio ai Comuni, quale contributo di compartecipazione alla redazione dei piani.

“Quello della telefonia è un tema molto sentito dai territori, che da un lato chiedono maggior connettività e dall’altro una maggior tutela della salute. Ecco perché la Provincia di Treviso si mette a disposizione dei Comuni e, assieme a Consiglio Priula e Consorzio TV1, quindi Contarina e Savno, garantirà supporto nella redazione dei piani su linee guida condivise, oltre a monitorare che tutte le norme siano applicate nel modo corretto a tutela della salute pubblica. Abbiamo deciso pertanto di stanziare 430.000 euro per i Comuni quale compartecipazione nella redazione dei piani” spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, che sta seguendo l’iniziativa assieme alla Consigliera Provinciale con delega all’Ambiente, Marianella Tormena.

Pubblicato in Altre news (homepage)
Pagina 1 di 3

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Il Presidente della Provincia di Treviso

Contatti

Vai alla pagina del Dirigente
dell'Ufficio Progetti e Relazioni U.E.

L'ufficio è sito in:
Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO
[Edificio 1]

Tel +39 0422 656909
Fax +39 0422 656666
E-mail europa@provincia.treviso.it

Orari

Orari per telefonare
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00

Orari di ricevimento
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00