Visualizza articoli per tag: turismo enogastronomico

01 Gennaio 2004

FOR.T.E.

FORmazione per il Turismo ed Enogastronomia

Legge Regionale 16 dicembre 1999, n. 55 – Cooperazione decentrata allo sviluppo.


Il progetto di cooperazione decentrata FOR.T.E., coordinato dalla Provincia di Treviso, è stato approvato per tre annualità e ha avuto come finalità il confronto tra le esperienze brasiliane e venete di sviluppo economico e turistico e ha voluto favorire la conoscenza della cultura e delle tradizioni della realtà veneta da parte delle comunità brasiliane, patrimonio della storia dell’emigrazione italiana.

Attraverso la realizzazione di vari interventi nel settore turistico ed enogastronomico, tra cui l’avvio di un corso-stage destinato a studenti brasiliani frequentanti i semestri finali delle Scuole Universitarie di Turismo e di Agraria, le collaborazioni accademiche per l’accesso di studenti brasiliani a corsi di specializzazione, la formazione e la consulenza nel settore agrituristico e della vitivinicoltura, la messa in rete degli operatori sociali del settore veneti e brasiliani e la realizzazione di eventi di promozione turistica, il progetto integrato ha contribuito all’estensione e all’approfondimento della formazione tecnica e professionale degli addetti al settore. Nel contempo, ha favorito uno scambio culturale che ha arricchito reciprocamente i beneficiari del progetto (studenti, imprese del settore turistico, istituzioni locali, mondo accademico) e ha fatto giocare alla cultura, alla tradizione e alla realtà veneta un ruolo di promozione di nuove prospettive di vita sociale, professionale ed economica per le regioni brasiliane coinvolte.

Il progetto ha previsto azioni integrate con valenza pluriennale su diverse aree di intervento con il focus del rafforzamento del sistema di competenze del settore turistico, ricettivo ed enogastronomico: scambi di studenti nel settore turistico, accesso alle specializzazioni disponibili in Veneto per gli studenti brasiliani nel settore turistico, sviluppo del settore agrituristico, sviluppo della vitivinicoltura, creazione di una rete di attori sociali appartenenti al settore turistico e promozione di rassegne interculturali con valenza enogastronomica.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 258.401,30

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 140.227,20

DURATA
38 mesi (2004-2008)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso – Italia; Associazione Trevisani nel Mondo – Italia; CCIAA Treviso – Italia; Istituto I.P.S.S.A.R. “G. Maffioli” di Castelfranco Veneto – Italia; Associazione brasiliana di famiglie di origine veneta – Brasile; Comune di Erechim – Brasile; Comune di Florianopolis – Brasile; Comune di Joacaba – Brasile; Università UNISUL di Santa Caterina – Brasile; UNOESC (Università do Este de Santa Catarina) – Brasile; URI dello Stato del Rio Grande do Sul – Brasile; Governo di Santa Catarina – Brasile

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto Formazione in ambito turistico-enogastronomico e scambi culturali e accademici tra studenti brasiliani e trevigiani.
01 Gennaio 2008

Treviso per l'Armenia

Legge Regionale 16 dicembre 1999, n. 55 – Cooperazione decentrata allo sviluppo.


Il progetto pluriennale Treviso per l’Armenia è stato oggetto di un’iniziativa sviluppata in tre fasi di interventi finanziati attraverso la L.R. 55/99. Lo sviluppo della vitivinicoltura nella regione armena di Vayots Dzor è stato l’obiettivo operativo del progetto, condotto pragmaticamente attraverso un percorso formativo professionale, a favore di alcuni operatori del settore vitivinicolo, volto nel breve-medio termine all’acquisizione di conoscenze nel settore vitivinicolo e nel lungo periodo all’innalzamento degli standard di qualità della produzione vitivinicola e al riposizionamento della regione vitivinicola interessata nel mercato internazionale del vino.

Nella prima fase, tecnici ed esperti armeni nel campo della viticoltura hanno partecipato in due annualità a uno corso/stage formativo nella provincia di Treviso, aggiornandosi sulle più moderne tecniche di vitivinicoltura. L’azione formativa si è rivolta quindi alle aree della coltivazione, della produzione e del marketing e sviluppo del prodotto vitivinicolo. Per rendere ancora più efficace l'azione formativa si è ritenuto utile coinvolgere e responsabilizzare gli enologi formati, incaricandoli di realizzare alcune giornate di formazione peer to peer ai propri colleghi armeni.

Durante la seconda fase, che si è svolta in Armenia, i formatori trevigiani hanno realizzato incontri rivolti a sviluppare le conoscenze locali e al tempo stesso hanno raccolto dati sulla produzione, analizzando i vitigni e offrendo consulenza su come migliorare il prodotto. Il secondo anno di attività ha previsto inoltre uno scambio di esperienze di giovani imprenditori trevigiani del settore vitivinicolo in Armenia che hanno familiarizzato con le nuove realtà di vitivinicoltura dell’Est Europa, analizzato le difficoltà di un Paese in via di sviluppo e le possibilità di sinergie tra i due Paesi. Il progetto si è concluso con una missione degli Amministratori della Provincia di Treviso, di altri enti veneti e personale di progetto in Armenia al fine di realizzare incontri con esponenti del Governo armeno, incontri tematici con i tecnici degli istituti vitivinicoli della regione e visite per la verifica dei progressi ottenuti tramite il corso di formazione, incontrando le aziende vitivinicole locali e per l’esplorazione delle opportunità offerte dal settore turistico.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 100.000,00

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 100.000,00

DURATA
53 mesi (2008-2013)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso – Italia; Congregazione Mechitarista degli Armeni di San Lazzaro – Italia; Scuola Enologica di Conegliano I.S.I.S.S. G.B. Cerletti – Italia; Fondazione Civilitas – Armenia; Centro scientifico armeno per la viticoltura, la coltivazione della frutta e la produzione del vino – Armenia; Provincia di Vayots Dzor – Armenia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto Formazione degli operatori vitivinicoli della regione armena di Vayots Dzor e analisi di possibili sinergie imprenditoriali di tipo enogastronomico tra Provincia di Treviso e Armenia.
01 Gennaio 2009

RURALNET

Network per lo sviluppo e la promozione dell’ospitalità rurale transfrontaliera
Netzwerk für die Entwicklung und die Förderung des grenzübergreifenden ländlichen Tourismus

Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg IV Italia-Slovenia 2007-2013.


Nel quadro dell’obiettivo generale del progetto RURALNET di rafforzare la qualità dell’ospitalità rurale transfrontaliera, il partenariato guidato dalla Provincia di Treviso ha dato origine a un portfolio ricco di attività dinamiche e concrete, che hanno visto il diretto coinvolgimento degli operatori del settore del turismo rurale e delle loro rappresentanze e associazioni.

Un esempio della diretta partecipazione degli operatori sono le nove visite studio transfrontaliere realizzate con il coinvolgimento di circa ottanta addetti del settore del turismo rurale e in particolare di aziende agrituristiche. Le visite studio realizzate nel territorio trevigiano, carinziano e udinese infatti avevano lo scopo di far conoscere ai propri operatori – coinvolti per mezzo delle rispettive associazioni di rappresentanza – le eccellenze dei territori di studio, sia quelle di tipo eno-gastronomico e dell’ospitalità rurale, ma anche quelle collegate ai processi produttivi, organizzativi e di marketing dell’offerta rurale. Infatti, in Carinzia primeggia la diversificazione delle formule di ospitalità rurale orientata a diversi target con la disponibilità di molti posti letto, mentre a Treviso e Udine primeggia l’offerta enogastronomica nelle aziende agrituristiche.

Partendo da questa evidenza e dai risultati emersi da un’indagine transfrontaliera sull’offerta turistica rurale, il progetto RURALNET è intervenuto con dei percorsi di formazione mirata in aula e in azienda, finalizzati a rispondere alle priorità formative emerse dall’indagine conoscitiva. Una fitta rete di azioni di marketing territoriale è stata concettualizzata e implementata congiuntamente dalla rete transfrontaliera, in particolare: la Guida all’offerta turistica transfrontaliera (disponibile sia in versione cartacea che digitale), che racchiude la vasta gamma di offerte delle aziende agrituristiche dei territori di Treviso, Udine e Carinzia e corredata dalla presentazione delle valenze del territorio, compresi i prodotti tipici; una campagna di web marketing orientata a raggiungere un numero esteso di potenziali utenti degli agriturismi e a generare il rafforzamento della domanda di fruizione dell’offerta di alloggio e accoglienza “culinaria” e non solo. La sperimentazione di proposte di marketing esperienziale in agriturismo, volte al coinvolgimento del turista attraverso i cinque sensi; la produzione di un video emozionale disponibile nel sito di progetto, che racconta con un approccio transfrontaliero la bellezza dei territori interessati e la portata della loro offerta turistica rurale.


BUDGET DEL PROGETTO
€ 950.000,00

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 360.000,00

DURATA
36 mesi (2009-2012)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso – Italia; Provincia di Udine – Italia; Regione del Veneto – Direzione Promozione Turistica Integrata – Italia; Associazione Vacanze in Agriturismo in Carinzia – Austria

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto Creazione di una rete per lo sviluppo e la promozione dell’ospitalità rurale transfrontaliera, la valorizzazione dei territori e il miglioramento dell’offerta agrituristica locale.

Argentina Treviso Impresa Sviluppo

Legge Regionale 16 dicembre 1999, n. 55 – Cooperazione decentrata allo sviluppo.

Nel quadro dei progetti di cooperazione decentrata approvati dalla Regione Veneto, il progetto ATIS si è distinto per la sua capacità di coniugare capacitazione istituzionale, rafforzamento delle competenze professionali e sviluppo di nuove opportunità economiche. Il rapporto privilegiato tra Argentina e Italia è il protagonista dell’iniziativa, che, attraverso la formazione, ha avviato il trasferimento di conoscenze nel settore vitivinicolo, agrituristico, del turismo rurale e ha sviluppato la conoscenza reciproca delle due realtà, facendo tesoro del ruolo che l’emigrazione veneta ha avuto nella storia argentina e continua ad avere per la crescita del Paese.

Il progetto pluriennale ha consentito a venticinque giovani studenti e imprenditori argentini della filiera vitivinicola e del settore della produzione e meccanizzazione viticola ed enologica, nonché del sistema turistico legato al mondo del vino, di effettuare visite di studio e di scambio guidato di esperienze innovative nell’area vitivinicola trevigiana. Oltre a questi, venticinque giovani imprenditori italiani studenti in viticoltura ed enologia dell’Istituto “G.B.Cerletti” hanno beneficiato dell’opportunità di effettuare uno stage operativo e di formazione in aula presso aziende vitivinicole nelle varie zone di specializzazione vitivinicola di Mendoza, al fine di approfondire la loro conoscenza della viticoltura ed enologia argentina.

L’asse istituzionale ne è uscito rafforzato grazie alle visite degli Amministratori della Provincia alle istituzioni locali argentine che hanno posto le basi per un proficuo scambio di esperienze di governance del sistema vino e del territorio da parte degli operatori pubblici e per l’indagine su possibili sbocchi commerciali di prodotti e categorie professionali del comparto vitivinicolo.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 127.000,00

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 127.000,00

DURATA
38 mesi (2009-2012)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso – Italia; Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore “G.B. Cerletti” – Italia; Veneti nel Mondo – Italia; Associazione Gioventù Veneta di Mendoza – Argentina; Associazione Trevisani nel Mondo di Mendoza – Argentina; Associazione Veneti nel Mondo di Mendoza – Argentina; Banca Provinciale del Governo della Provincia di Buenos Aires – Argentina; Camera di Commercio italiana di Mendoza – Argentina; Consolato Italiano a Mendoza – Argentina; Dirigenza settore cultura del Senato Federale di Buenos Aires – Argentina; INTA-Istituto Nazionale Tecnica Agroalimentare – Argentina; MAIE, Movimento Associativo Italiani all’Estero-Camera dei deputati – Argentina; Presidenza del Governo di Mendoza – Argentina; Scuola Enologica Don Bosco – Argentina; Università di Cuyo – Argentina; Vice presidenza del Congresso della Nazione argentina – Argentina

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto Formazione e scambi scolastico-istituzionali tra la Provincia di Treviso e la Provincia di Mendoza (Argentina) in ambito vitivinicolo e agrituristico.
01 Gennaio 2011

CHEF-NET

Rete Transfrontaliera per la valorizzazione e l’incremento del consumo dei prodotti regionali

Grenzübergreifendes Netzwerk zur Wertschätzung und Förderung der Verwendung regionaler Produkte

Iniziativa “Small Project Found” del Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Austria 2007-2013.

Il progetto CHEF-NET si è posto l’obiettivo di definire e sperimentare delle azioni puntuali per la promozione e confronto sul tema dei prodotti tipici locali dell’area transfrontaliera, proponendosi di integrare fattivamente un aspetto non trattato in modo specifico dal contemporaneo e più ampio progetto RURALNET. Infatti, i prodotti tipici locali possono generare valore nel territorio, anche in termini di imprenditorialità e di miglioramento dell’offerta turistica esistente. Il partenariato, guidato dalla Provincia di Treviso, ha dato vita a un carnet di azioni dinamiche con la concreta partecipazione di alcuni rappresentanti della filiera dell’offerta agroalimentare tra cui operatori agrituristici, produttori, studenti e professionisti della cucina.

Le attività principali sono state tre eventi transfrontalieri sul territorio aperti al pubblico, incentrati sull’approfondimento del concetto di prodotto tipico locale, azioni di performance in cucina, di degustazioni guidate e di spazi espositivi finalizzati ad avvicinare i prodotti tipici ai consumatori; azioni di stage tra gli operatori di agriturismo di aziende italiane e carinziane, organizzate secondo la formula della reciprocità; tre concorsi per la rivitalizzazione di ricette antiche dei tre territori partner, pubblicate all’interno di un Piccolo Ricettario Transfrontaliero, comprensivo di tre menù per un totale di dodici ricette presentate in lingua italiana e tedesca; il Piccolo Dizionario ad approfondimento dei vocaboli per il perfetto “gastronauta”, integrato da un corso di lingua tedesca, a cui hanno partecipato gli operatori italiani delle aziende agrituristiche; un laboratorio tematico transfrontaliero, dedicato all’elaborazione di un pacchetto turistico transfrontaliero legato al gusto e ai sapori dei tre territori, per la promozione dell’area transfrontaliera, da posizionare e promuovere presso i canali di incoming e di promozione del turismo rurale; articoli dedicati ai prodotti tipici dei tre territori pubblicati in una rivista specializzata.

CHEF-NET ha consolidato la rete di collaborazione e di amicizia tra alcuni operatori della filiera enogastronomica, inclusi gli istituti alberghieri dei territori partner, la quale ha favorito già durante l’implementazione progettuale la programmazione e successiva realizzazione di altre attività di scambio e di reciproca conoscenza.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 93.400,00

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 38.400,00

DURATA
17 mesi (2011-2012)

PARTNER Coordinatore: Provincia di Treviso – Italia; Comune di Casarsa – Italia; Associazione Vacanze in Agriturismo in Carinzia – Austria

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto Valorizzazione dei prodotti tipici locali di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Carinzia attraverso la realizzazione di laboratori e iniziative di carattere gastronomico-turistico.

Logo della Provincia di Treviso

Logo della Provincia di Treviso

Il Presidente della Provincia di Treviso

Contatti

Vai alla pagina del Dirigente
dell'Ufficio Progetti e Relazioni U.E.

L'ufficio è sito in:
Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO
[Edificio 1]

Tel +39 0422 656909
Fax +39 0422 656666
E-mail europa@provincia.treviso.it

Orari

Orari per telefonare
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00

Orari di ricevimento
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00