Visualizza articoli per tag: Sport

01 Gennaio 2005

Tifiamo Insieme!

Let’s support together!

Programma Gioventù – Azione 1.1 Scambi giovanili.

Il territorio trevigiano in prima fila nello sport grazie a Tifiamo Insieme!, progetto europeo realizzato dalla Provincia di Treviso in collaborazione con la cooperativa Comunica sulla scorta della scuola di tifo lanciata assieme a Benetton Rugby, Benetton Basket, Sisley Volley e Treviso Fbe.

L’iniziativa ha coinvolto 53 ragazzi tra i diciotto e i venticinque anni di sette nazioni europee (Cipro, Grecia, Romania, Germania, Regno Unito, Francia e Italia) che per dieci giorni a ottobre 2005 si sono confrontati sul tema dell’“educazione al tifo corretto”, attraverso workshop, incontri e dibattiti (con ricercatori universitari, giocatori, arbitri, giornalisti sportivi e tifosi), attività pratiche (laboratori di tifo creativo e animazione di partite) e confronti tra le esperienze delle diverse nazioni partecipanti.

Scopo del progetto è stato la realizzazione di un “Libro bianco sul tifo corretto”, presentato alla stampa, e trasmesso al Ministero del Welfare e a Bruxelles, per poi essere divulgato in tutta Europa.

Sei le priorità individuate nel documento redatto: diffusione di una nuova cultura sportiva, coinvolgimento delle scuole, tavolo di confronto tra studenti e tifoseria, gratificazione per chi mostra atteggiamenti di tifo positivo, allontanamento della politica dalle tifoserie sportive, abbattimento delle barriere negli stadi sul modello inglese.

Il partenariato del progetto ha valutato la propria partecipazione al progetto tenendo in considerazione le stesse premesse: in tutta Europa esistono episodi di violenza e discriminazione legate alle competizioni sportive, il problema va affrontato con l’educazione dei giovani e la sensibilizzazione della cittadinanza. La partecipazione allo scambio di giovani di diverse nazionalità, di diverse religioni e culture ha accresciuto la possibilità di un proficuo scambio di idee e ha dato ai ragazzi partecipanti la possibilità di confrontarsi con coetanei di diverse provenienze e culture su un tema di importanza fondamentale per la costruzione di una mentalità europea: l’accettazione e il rispetto per “l’altro”, che sia l’avversario sul campo di gioco o il cittadino di un altro paese.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 56.428,00

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 56.428,00

DURATA
10 mesi (2005-2006)

PARTNER Coordinatore: Cooperativa sociale Comunica a.r.l. onlus – Italia; Provincia di Treviso – Italia; Comune di Agios Athanasios – Cipro; Toulose Football Club – Francia; VbFF-Sachsen – Germania; Agenzia di sviluppo di Karditsa (AN.KA.) – Grecia; Pakistan Youth Forum – Regno Unito; Youngsters without borders – Romania; Scuola di animazione giovanile “Juventud de Castilla-La Mancha” – Spagna

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto La Provincia di Treviso, sulla scorta della scuola di tifo lanciata assieme a Benetton Rugby, Benetton Basket, Sisley Volley e Treviso Fbe, ha coinvolto i ragazzi del territorio che, insieme ad altri coetanei provenienti da Cipro, Grecia, Romania, Germania, Regno Unito e Francia, si sono confrontati sul tema dell’”educazione al tifo corretto”.
Pubblicato in Giovani e scuola
01 Gennaio 2010

Be European!

Be healthy, be sporty, be European!
Siate sportivi, siate sani, siate europei!

Programma Gioventù in Azione – Azione 1.1 Scambi giovanili.

Nella cornice delle iniziative di Gemellaggio promosse con il Dipartimento del Calvados (Francia), la Provincia di Treviso ha aderito allo scambio internazionale di giovani a Caen in partenariato con il Distretto della Bassa Franconia (Germania) e la città di Lubniany (Polonia).

Il progetto si è sostanziato in un incontro residenziale tra ventiquattro giovani (sei per paese) compresi tra i quattordici e i sedici anni che hanno assunto il ruolo di “portavoce della salute” (ovvero di un’alimentazione sana e dell’importanza dello sport) nei loro territori. Durante il corso di una settimana (agosto 2010), i giovani hanno acquisito consapevolezza delle particolarità delle abitudini alimentari e della cucina dei loro paesi, con un approfondimento sull’origine degli alimenti e sul modo di consumarli e hanno appreso l’importanza di condurre una vita sana praticando un’attività sportiva regolare.

Confrontando i diversi punti di vista e le loro abitudini, hanno potuto comprendere le differenze tra i vari paesi e, allo stesso tempo, anche ciò che li lega e contribuisce a formare la loro identità europea.

I ragazzi si sono confrontati in alcuni workshop condotti da uno sportivo, da un nutrizionista e un cuoco che ha animato lezioni di cucina sana; hanno visitato una fattoria biologica e hanno praticato diverse attività sportive all’aperto (rafting, arrampicata, trekking). Alcuni dei laboratori di discussione promossi dagli stessi giovani hanno affrontato temi come “Dovremmo mangiare alimenti biologici?” oppure “Quanto spazio dedichiamo ad attività sportive durante l’arco della giornata?”. Le attività, i lavori di gruppo e il tempo libero condiviso sono confluiti verso lo stesso obiettivo: permettere una migliore comprensione reciproca, apprendere e decostruire i pregiudizi e gli stereotipi, favorire la propensione alla tolleranza, al rispetto, all’apertura mentale e alla conoscenza di altre culture.

BUDGET DEL PROGETTO
€ 22.550,96

BUDGET DELLA PROVINCIA DI TREVISO
€ 6.479,94

DURATA
10 mesi (2010)

PARTNER Coordinatore: Consiglio Generale del Dipartimento del Calvados – Francia; Provincia di Treviso – Italia; Distretto della Bassa Franconia – Germania; Centro culturale della Città di Lubniany – Polonia

Informazioni aggiuntive

  • Sottotitolo - Descrizione progetto Il progetto, realizzato nell’ambito delle iniziative con il Dipartimento del Calvados, è consistito in uno scambio internazionale tra giovani italiani, francesi e polacchi, finalizzato ad approfondire i temi dell’alimentazione sana e dell’importanza dello sport.
Pubblicato in Giovani e scuola

La Provincia di Treviso nel 2012 ha sottoscritto il documento internazinale "Carta di Toronto" per l'avvio di politiche per la prevenzione, mediante l'attività sportiva, delle malattie cronico-degenerative, su proposta del ULSS9 - Dipartimento di Prevenzione. Un primo importante passo per il perseguimento delle finalità e degli obiettivi previsti nella Carta, è stato la costituzione, congiuntamente ad altri attori del territorio, della prima rete provinciale per l'attività fisica che ha preso il nome di "Lasciamo il Segno... la rete trevigiana per l'attività fisica" ed identificata da uno specifico logo.
"Lasciamo il Segno" mette in rete i principali stakeholders che in diversi ambiti (sanità, amministrazioni pubbliche, ambiente, trasporti, sport, scuola, urbanistica, settore privato) conducono azioni che contribuiscono direttamente o indirettamente a promuovere l’attività fisica come strumento per accrescere la salute di tutta la popolazione.

La rete si è ufficialmente costituita, con un evento di sottoscrizione collettiva della CARTA DI TORONTO, il 20 settembre 2012; conta attualmente 190 aderenti, tra i quali, oltre all'Ulss 9 e tutti i 37 Comuni afferenti, la Provincia di Treviso, le Ulss 7 e 8 con molti Comuni del rispettivo territorio, il CONI, l'Ufficio scolastico territoriale, l'Ordine dei Medici provinciale, l'ARPAV, il Coordinamento provinciale del volontariato, Unindustria e più di altri 100 Enti ed Associazioni.

VAI AL SITO "LASCIAMO IL SEGNO"
VAI ALLA PAGINA FACEBOOK

Etichettato sotto
Il progetto pilota “Datti una mossa!”, che è stato realizzato nel 2014 dalla Provincia di Treviso presso la propria Sede nel Parco del Sant'Artemio, è nato come avvio sperimentale di quanto elaborato dal Tavolo tecnico dedicato allo Sport e dallo stesso denominato “Attività motoria all'aria aperta per tutti!” nell'ambito dei lavori della Rete “Lasciamo il segno” di cui la Provincia di Treviso è fondatrice assieme all'Ulss 9.

Traguardi prefissati: con l'obiettivo specifico di aumentare il livello di pratica motoria tra la popolazione, diffondere una cultura sportiva finalizzata al benessere complessivo delle persone, mediante l'utilizzo di spazi aperti pubblici per lo svolgimento non agonistico di attività motoria e la promozione di momenti di avvicinamento allo sport senza spese a carico degli utenti.
Con “Datti una mossa!” dal 6 maggio al 30 settembre 2014, negli spazi aperti concessi dall'Amministrazione, le associazioni sportive partecipanti all'iniziativa hanno tenuto più di 80 lezioni gratuite di varie discipline sportive: tai chi, viet tai chi, rollerblade, yoga e meditazione, ginnastica bimbi, ballo, cammino e corsa.
Le associazioni che hanno aderito al Progetto sono state:
  • A.S.D Trevisatletica con sede in via P.Tron 8/b a Treviso (TV);
  • A.S.D Stradafacendo con sede in via Tommaso Salsa 2/a a Treviso (TV);
  • A.S.D Mare di Luce con sede in via Listolade ad Agordo (BL);
  • A.S.D Tinh Vo Mon con sede presso Palestra A. Frank via Tandura n.3 a Treviso (TV);
  • A.S.D Yoga Life con sede in via A.Volta 14/a a Villorba (TV);
  • A.S.D Polisportiva Casier con sede in via E.Fermi n.1 a Casier (TV);
  • A.S.D Centro Yoga Yoko con sede in via Einaudi n.4 a Dosson di Casier (TV);
  • Centro Ricerche Tai Chi di Venezia A.S.D con sede in via A. Calmo 18 – Lido (VE);
  • A.S.D Overdance con sede in via F.lli Rosselli 17/24 a Villorba (TV).
Alcuni dati finali: periodo di svolgimento 5 mesi; 86 il numero di eventi proposti; 9 le Associazioni partecipanti; 170 il numero di utenti iscritti alle attività sportive proposte nel Parco S.Artemio.
Elemento fondamentale della sperimentazione: la gratuità per l'Ente, per le associazioni e per la popolazione partecipante.
Etichettato sotto

La settimana europea dello sport è una nuova iniziativa della Commissione europea, a cadenza annuale, volta a promuovere lo sport e l’attività fisica in tutta Europa. La settimana europea dello sport genererà nuove attività oltre a consolidare le iniziative di successo già esistenti a livello europeo, nazionale, regionale o locale. Questa campagna a livello europeo ispirerà i cittadini europei a essere attivi (#BeActive) durante la settimana di eventi, incoraggiandoli inoltre a rimanere attivi nell’arco dell’anno.

La Provincia di Treviso ritiene importante far conoscere ai cittadini l'iniziativa avendo accolto fin dal 2012 la sfida di promuovere politiche di diffusione della Attività Fisica con la sottoscrizione della Carta di Toronto, la nascita della Rete “Lasciamo il Segno” e incentivando alla pratica sportiva i cittadini con l'avvio nel 2014 del Progetto “Datti una mossa! Attività motoria all'aria aperta per tutti!”.

Vai al sito della prima settimana europea dello sport

Cos'è la settimana europea dello sport?

Quanto sono attivi gli italiani?

Quanto sono attivi gli europei?

Dove sono più attivi gli europei?

Perché' gli europei praticano/non praticano sport?

Il valore economico dello sport nell’UE

Etichettato sotto

Logo della Provincia di Treviso

Vai alla pagina del Dirigente
dell'Ufficio Progetti e Relazioni U.E.

L'ufficio è sito in:
Via Cal di Breda, 116 - 31100 TREVISO
[Edificio 1]

Tel +39 0422 656909
Fax +39 0422 656666
E-mail europa@provincia.treviso.it

Orari per telefonare
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00

Orari di ricevimento
lun - ven: 8:30 - 13:00
lun e mer: 15:00 - 17:00